Juve, Criscitiello: “Abbiamo capito che la sua parola conta abbastanza poco”

548

Lungo editoriale Michele Criscitiello dopo la prima giornata di campionato. Il direttore di Sportitalia si sofferma sul caso Ronaldo e scrive:

Tutto doveva fare la Juventus tranne che presentarsi alla prima di campionato con un caso irrisolto. E che caso. Ronaldo non gioca dall’inizio, lo ha chiesto lui, poi però entra per risolvere i problemi della Juve. Ce l’aveva fatta, questione di centimetri”, spiega Criscitiello.

Il giornalista è convinto che se CR7 dovesse andare via, “in pochi si strapperebbero i capelli a Torino” e “Allegri non ne farebbe un problema”.

Dunque, spiega il direttore di Sportitalia “bisognava risolvere il problema Ronaldo subito dopo l’Europeo ma la verità è che entrambi vogliono dirsi addio ma nessuno dei due ha la forza di liberarsene, prigionieri di un contratto oneroso”.

Tutto ciò perchè “non si sta mettendo bene anche perché tra 8 giorni la porta si chiude e saranno guai per tutti. Non puoi fare una stagione intera con il tuo calciatore più importante insoddisfatto”.

E poi, “Nedved rassicura tutti ma la parola di Nedved abbiamo capito che conta abbastanza poco sul mercato, dopo le false rassicurazioni su Pirlo. O mente o non comanda come vorrebbe far credere”. La Juve non può accontentarsi di Locatelli”.