Morata: “Ronaldo felice, voglio che resti perché la Juve deve avere i migliori al mondo”

185

Ai microfoni del programma radiofonico spagnolo El Larguero, l’attaccante bianconero Alvaro Morata ha parlato della stagione della Juventus, senza dubbio al di sotto delle aspettative di società e tifosi:

“È stato un anno complicato, alcuni piccoli dettagli ci hanno lasciato fuori dalla Champions come l’errore dopo 1 minuto o al 90°, il rigore non dato… È colpa di tutti. Sono piccoli dettagli, se io per esempio avessi segnato di testa saremmo ai quarti”.

“Vediamo il lato positivo – ha commentato Morata -, abbiamo vinto la Supercoppa e abbiamo una finale di Coppa Italia da giocare. Il campionato è sempre difficile, dopo 9 anni di successi questa è una stagione di cambiamenti“.

Sulle critiche rivolte a Cristiano Ronaldo, Morata ha commentato: Hanno criticato tutti noi. Ci dà fastidio, ovviamente. Sono il primo a sapere delle critiche, e Ronaldo anche. Non devo certo spiegarvi io chi sia Cristiano, lui cerca sempre di difendere la maglia della JuventusDà la sensazione di non essere tranquillo, forse perché è uno abituato a giocare le finali di Champions. Ma sarebbe stato uguale in un altro club, non è un problema della Juve. È contento del gruppo ma è uno abituato a vincere, quindi è normale che sia arrabbiato. Io penso sia felice alla Juventus e voglio che resti perché la Juventus deve avere i migliori al mondo.

Siamo una squadra e, ripeto, con la vittoria della Supercoppa Italiana e magari della Coppa Italia non sarebbe una brutta stagione”.

In merito al suo futuro, Morata ha commentato: “Quando sei in prestito e ci sono tanti club, la tua opinione conta poco. Ero felice all’Atletico Madrid, sono felice ora alla Juventus. Ho un contratto, alla fine dell’anno mi diranno qualcosa a riguardo. Per ora non ho parlato con la società di questo. Io sono felice alla Juve, siamo all’inizio di un nuovo progetto e sono felice qui“.