Porto-Juve, Ziliani: “Rigore? Ronaldo stava già cadendo di suo”

376

Si è chiusa con un’amara sconfitta la trasferta in Portogallo della Juventus, battuta dal Porto per 2-1. Una deludente batosta per i bianconeri, che ora dovranno attendere la partita di ritorno degli ottavi di Champions League del prossimo 9 marzo, per tentare di ottenere la qualificazione per proseguire il cammino europeo.

A caratterizzare una partita pesantemente insufficiente per la squadra di Pirlo, un episodio al 94‘ nell’aria di rigore del Porto, che ha visto Ronaldo entrare in contatto con il difensore del club avversario, Zaidu. Un’azione sul quale l’arbitro Del Cerro Grande ha ritenuto di non intervenire e che ha provocato le vivaci proteste dei bianconeri per il rigore non assegnato.

L’episodio ha creato numerosi dibattiti e a chiarire la vicenda anche il seguitissimo ex arbitro Luca Marelli, che ha giudicato l’azione da rigore. Di parere diametralmente opposto il giornalista Paolo Ziliani, che su Twitter non ha perso occasione di attaccare la Juventus, Ronaldo e Sky:

“Cara Sky Sport, scusa se mi permetto: ma un opinionista che dicesse che Ronaldo stava già cadendo di suo, prima che Zaidu lo colpisse, e che quindi il rigore chiesto era quantomeno dubbio, era così difficile da trovare ieri allo Speciale Champions? Chiedo per i grandi numeri”.

Ziliani ha poi proseguito nella sua crociata antijuventina: “Al via della prossima stagione, l’ultima del contratto che lo lega alla Juventus, avrà 36 anni e mezzo e costerà alla Juve, per la quarta stagione, 82,95 milioni: 54 di ingaggio lordo e 28,95 di ammortamento cartellino. Come dire, ognuno si suicida come preferisce“.