La Uefa celebra Kean nella sua migliore stagione. Rimpianto Juve?

497

L’ex attaccante bianconero Moise Kean si conferma un elemento importante per il Paris Saint Germain. È stata magica la serata vissuta dal bomber italiano che ha segnato un bel gol di testa nel match Barcellona-PSG degli ottavi di Champions League, chiudendo la partita del Camp Nou con il risultato di 4-1 per i francesi.

Un gol pesante in Champions celebrato anche dalla UEFA che su Twitter ha ricordato il suo esordio, appena 16enne, proprio con la maglia bianconera contro il Siviglia. E non sono pochi i tifosi juventini che lo rimpiangono e che avrebbero tenuto volentieri a Torino il giovane attaccante, ceduto invece all’Everton per 30milioni di euro, e poi approdato al PSG dove si è imposto con decisione, diventando uno degli attaccanti di punta di Pochettino. Juve, è stata la scelta giusta?

Nel post partita Barcellona-PSG, Moise Kean ai microfoni di SkySport ha così commentato il bel match: “Serata indimenticabile, la prima volta in questo stadio, è stato emozionante. Mi dà forza per continuare, per credere nei miei sogni e fare sempre di più”.

Kean ha poi rivelato: Mancini? Spero abbia guardato la partita. Mi terrò pronto per quello che succederà agli Europei. Se andrò…”.

Ai microfoni di Mediaset, Kean ha poi rivolto un pensiero alla Juventus: “Non è dimenticata. La Juve sarà sempre nel cuore. È la prima squadra che ha fatto esordire, non la dimenticherò mai. Guardo sempre le sue partite”.