Andrea Pirlo: “Sono contento della rosa a disposizione, ho un gruppo fantastico e forte. Non ho bisogno di niente”

47

Andrea Pirlo ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Bologna:

La vittoria della Supercoppa ha lasciato grande euforia ed entusiasmo. In questi giorni nonostante la stanchezza siamo riusciti a recuperare ed allenarci con grande voglia. L’obiettivo futuro si chiama Bologna, siamo pronti per la partita di domani”.

A livello di continuità abbiamo sbagliato ma tutte le squadre hanno avuto durante la stagione alti e bassi, cali di concentrazione. Tantissime squadre prendono sempre gol, dovuto alle tante partite e al non aver avuto una giusta preparazione”, ha spiegato l’allenatore della Juventus.

Poi ammette: “Un po’ di stanchezza mentale c’è, non è facile stare concentrati per 90 minuti ogni 3 giorni. Dovuto al periodo che viviamo in Italia e non solo. Ci stiamo lavorando, dobbiamo migliorare molto su questo perché ci ha portato punti in meno”.

Situazione infermeria in casa bianconera: Chiellini si era fermato già nel riscaldamento col Napoli per un dolorino alla schiena ma poi ha stretto i denti ed è riuscito a giocare 90 minuti. Viene da un lungo periodo di inattività, fare partite ravvicinate non è semplice ma sta bene”.

Gli altri infortunati sono quasi tutti recuperati: Chiesa e Frabotta stanno meglio, Demiral si è allenato con il gruppo. Sono a disposizione, vedremo chi schierare”.

Tutte le partite sono diverse ma quando entri in campo con l’atteggiamento dell’altra sera anche le sbavature possono girare dalla tua parte. Si può migliorare in tutto, nell’approccio, nella gestione tecnica di tanti palloni. Lo abbiamo analizzato anche stamattina, abbiamo rivisto la Supercoppa dove potevamo far meglio alcune cose”.

Pirlo, si svincola dalle voci di mercato: “Sono contento della rosa a disposizione, ho un gruppo fantastico e forte. Non ho bisogno di niente. Ne abbiamo avuti tanti fuori e questo è stato l’unico problema ma sono soddisfatto”.

E ancora: “A livello difensivo bisogna sempre lavorare. Siamo una delle migliori difese ma è difficile non prendere gol in questo campionato. Tante squadre giocano a calcio e tendono ad attaccare”.

Su KULUSEVSKI – “Può ricoprire più ruoli, seconda punta, esterno, centrocampista che viene dentro il campo. È un ragazzo giovane, può ricoprire più posizioni. Giocando da seconda punta in questo momento è più libero di muoversi e con meno compiti difensivi. Si sente sicuramente più leggero in quella posizione”.

Su MCKENNIE – “Importante per dinamismo e forza. Ha tempi di inserimento incredibili, riesce a giocare tra le linee”.

E sulla corsa scudetto: “Noi guardiamo a noi stessi, dobbiamo vincere tante partite e poi vedremo. Avremo tanti scontri diretti qui a Torino”.