Mario Sconcerti: “A questo campionato sta mancando la Juve. Sembra impossibile che galleggi tra il 5° e il 6° posto”

632

Il giornalista Mario Sconcerti ai microfoni di TMW Radio ha commentato la recente vittoria della Juventus sull’Udinese e l’importante sfida contro il Milan di domani.

Il commento:

“La partita è stata comunque a senso unico. Ronaldo si conferma un giocatore straordinario, su 11 partite non ha segnato solo due volte. Fa la differenza con una naturalezza invidiabile. È tornato nel suo ruolo naturale, con l’assenza di Cuadrado e Chiesa spostato a sinistra, Ronaldo è potuto tornare prima punta che parte sul laterale.

Dybala lo scorso anno era il 13° della Juve, entrava solo quando doveva uscire Higuain. In questa Juve è sconveniente porsi la domanda sulle condizioni dell’argentino. È un grande giocatore, ma davanti a tutto c’è la squadra. Servirà moltissimo a questa Juve ma può e deve dare di più. Con l’Udinese qualcosa si è visto, ma quando non c’era più partita. Va aspettato, in attesa di capire se ci sarà merce di scambio poi a giugno.

La giornata ci ha detto che vincono le più forti, quando giocano con le più deboli. C’è però uno slogan che va rivisto. Continuiamo a dire che è un campionato competitivo, ma lo è meno dell’anno scorso. E l’anno scorso a questo punto del campionato c’era l’Inter davanti e tutti pensavamo che potesse arrivare fino in fondo. La verità è che usciamo da 9 anni di regime calcistico juventino e ci sembra impossibile che la Juve galleggi tra il 5° e il 6° posto. Non so se rimarrà lì per tutta la stagione, ma oggi è lì. A questo campionato sta mancando la Juve“.

Sulle attività di mercato, Sconcerti ha commentato:

“È sorprendente che la Juventus non abbia quattro attaccanti, altro che… Pirlo ne ha bisogno, certo. Un’opzione può essere Pavoletti, che può fare tranquillamente la riserva. Non dimentichiamo che la Juve di Conte vinse lo scudetto con Matri capocannoniere della squadra. Questo per dire che tutti possono rendersi utili”.

Sconcerti ha poi concluso con un commento sull’attesa sfida contro i rossoneri:

Sarà decisiva per la Juve e non per il Milan. Nonostante tutto, sono convinto che i bookmakers daranno favorita la Juve“.