Beppe Bergomi: “Se all’Inter faranno questo, lo scudetto sarà una conseguenza”

67

L’ex difensore dell’Inter Beppe Bergomi, attualmente opinionista di Sky Sport, ha concesso una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport.

L’ex capitano non ha dubbi: “Conte è il valore aggiunto di quest’Inter: non ha la rosa più forte della A ma, con tutte le difficoltà del caso, sta costruendo una squadra solida che ha tutto per arrivare in fondo al campionato”.

“Lo capisco quando prova a combattere contro la negatività che a volte si respira nell’ambiente: a modo suo, vuole solo che tutti remino dalla stessa parte. Noi eravamo più pronti e coperti in tutte le caselle: fu più facile risalire la corrente”.

Bergomi prende spunto dalla sua Inter degli anni ’80 per suonare la carica ai nerazzurri: “Il senso di appartenenza, l’amore infinito per la maglia. Se capiranno i valori dell’Inter, il suo Dna che è diverso da tutti gli altri — non migliore o peggiore, ma diverso –, possono spostare le montagne e giocarsela contro tutto e tutti. E a quel punto lo scudetto sarà una conseguenza”.

“Nella mia Inter c’erano tanti nazionali italiani e per costruire una mentalità vincente furono aggiunti campioni come Brehme e Matthäus. Ecco, ci fosse uno come Lothar non avrei dubbi: l’Inter arriverebbe prima”, sentenzia Bergomi.