Pistocchi meravigliato: “Sono state usate parole gravissime, e frasi pesanti. Siamo quasi ai limiti di quei termini usati durante Calciopoli”

134

Maurizio Pistocchi commenta la sentenza della Corte d’Appello su Juve-Napoli ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli:

Ecco il lungo monologo del giornalista Mediaset:

“E’ una sentenza abbastanza attesa, come ho già detto siamo di fronte ad una situazione politica con la Figc che non poteva permettere al Napoli di rigiocare la partita per non avere un precedente”, esordisce Pistocchi.

Tuttavia il giornalista si dice “meravigliato” per le parole “usate dal giudice Sandulli, il Napoli è accusato di aver organizzato una situazione per evitare di giocare andando in pratica contro l’articolo 1 della lealtà sportiva”.

Sono state usate parole gravissime, in tanti anni che mi sono occupato di giustizia sportiva è la prima volta che sento frasi così pesanti. Siamo quasi ai limiti di quei termini usati durante Calciopoli”.

Il Napoli deve prendere atto di questa sentenza e comportarsi di conseguenza, a questo punto il club percorrerà tutti i gradi di giudizio. Ci va di mezzo anche l’immagine del club, questa vicenda rischia di sporcare la storia del Napoli, questo non è accettabile”.

La Corte Federale dice che il Napoli non voleva giocare la partita e ha organizzato un atteggiamento per evitare il 3-0 a tavolino, questo va dimostrato”.

Nonostante il -1 in classifica e la sconfitta a tavolino il Napoli è sempre lì davanti, non deve esserci tanto rimpianto, la squadra di Gattuso ha dimostrato di essere molto competitiva per il titolo”.

“Il Napoli finora ha avuto l’unico problema di aver sbagliato troppi gol, non ha mai sofferto contro nessuno neanche contro il Sassuolo, ma sbaglia troppo sotto porta anche come abbiamo visto a Bologna. Se fossi un tifoso del Napoli sarei molto dispiaciuto non tanto per i punti persi a tavolino ma più perché per essere stato accusato di disonestà e per questo se fossi nel club mi batterei fino all’ultimo”.