Pirlo: “Soddisfatti per la partita, non per il risultato. Meritavano molto di più”

256

È un Andrea Pirlo rammaricato quello che ha parlato ai microfoni di Dazn nel post partita di Lazio-Juve:

Soddisfatti per la partita, non per il risultato. Avevamo iniziato bene, loro non avevano mai tirato in porta” – ha detto Pirlo.

Le partite e i campionati si vincono con i dettagli, non abbiamo gestito negli ultimi minuti. La testa viene sempre prima di tutto, la mentalità di gestire la partita, di gestire ogni situazione. Se vai con un atteggiamento non positivo, fai brutte prestazioni. I ragazzi hanno dato il massimo, peccato per questo risultato. Meritavano molto di più”.

Manca la cattiveria, la voglia di raggiungere questi risultati. Per vincere campionati non bisogna mollare secondi e dettagli. Oggi l’abbiamo fatto per grande parte della gara, peccato per questi ultimi 15 secondi, non era nelle avvisaglie prendere gol”.

“Soluzioni? Bisogna proporre questo tipo di calcio, quando lo fanno si vedono buone soluzioni. Danilo va a cercarsi lo spazio, sono importanti le posizioni”.

Sull’infortunio di Ronaldo: “Fondamentale, non solo per noi ma ovunque sia stato. Ha avuto un problema alla caviglia ed è stato costretto a uscire, chi è entrato ha fatto bene. Siamo mancati nel tenere la palla, nel gestire le giocate. Nel complesso però siamo soddisfatti”.

Cuadrado ha sbagliato il raddoppio? L’ho già detto, i dettagli sono quelli che ti fanno vincere. Sbagliato un raddoppio, non può entrare in mezzo a due. Ha fatto una grande partita, ma per portarla a casa devi dare qualcosa in più”.

Stiamo sempre lavorando per migliorare, ogni partita ci serve per mettere idee in campo, purtroppo ci viene sempre a mancare qualche giocatore. Chiesa non è riuscito a giocare, neanche Chiellini, fuori De Ligt, Alex Sandro. Non devono essere alibi e ogni partita deve essere importante. Il brasiliano ancora non lo abbiamo avuto a disposizione. Può fare sia il terzino di spinta che il centrale di impostazione”.