giovedì, 13 Giugno 2024

Paratici: “Giusto che chi non rispetta il protocollo venga punito”

Condividi

spot_imgspot_img

“La vicenda non ci coinvolge perché coinvolge un altro club. Il nostro umore è di essere qui con la testa e giocare una grande gara”, sono le parole del direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici ai microfoni di DAZN nel prepartita della sfida all’Olimpico contro la Lazio.

Il dirigente bianconero ha anche commentato il rendimento di Alvaro Morata, attualmente tra i giocatori più in forma con al suo attivo finora 6 gol in 7 partite:

“Ci aspettavamo questo perché lo conosciamo bene, da quando aveva 20/21 anni. È un ragazzo speciale, abbiamo seguito la sua carriera. La sua abitudine a giocare in grandi squadre è un plus per giocare alla Juventus. Ci aspettavamo che, con la sua maturità, diventasse un giocatore migliore di quello che era da noi in passato, che era già un grandissimo calciatore”.

In merito all’importanza dell’uniformità di controlli, il dirigente bianconero ha commentato:

“Ci sono regole, normative, protocolli che ci permettono di dare regolarità e continuità al campionato. Se qualcuno non le rispetta è giusto che ci siano autorità competenti che accertano ed eventualmente puniscono chi non le rispetta.
Se guardiamo negli ultimi due mesi, tutte le squadre sono state colpite dal covid, ma nonostante questo, grazie ai protocolli, tutte le gare dei maggiori campionati europei, di Champions ed Europa League si sono disputate e quindi credo che il protocollo sia la strada che dobbiamo seguire“.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie