sabato, 22 Giugno 2024

Ravezzani: “Due settimane fa De Laurentiis aveva chiesto pubblicamente di votare per De Luca. Sarà un caso…”

Condividi

spot_imgspot_img

La sfida Juventus-Napoli in queste ore è diventata teatro di furiose polemiche, a causa della decisione del Napoli di non scendere in campo, appellandosi a disposizioni ricevute dalla ASL.

A commentare l’intricata situazione anche il giornalista e direttore di Telelombardia, Fabio Ravezzani, che sul suo profilo Twitter ha espresso dei giudizi severi sul comportamento del Napoli e del suo presidente Aurelio De Laurentiis:

“Da questo momento qualsiasi napoletano abbia avuto a che fare con un contagiato da Coronavirus pare non poter più lasciare la città anche in presenza di doppio tampone negativo. Non credo sia una buona notizia per gli abitanti della città”.

“Il Napoli ha 2 positivi al Covid. De Laurentiis e i suoi megafoni chiedono di non giocare con la Juve. L’Asl campana blocca la partenza della squadra per Torino. Due settimane fa De Laurentiis aveva chiesto pubblicamente di votare per De Luca. Sarà un caso, ma fa pensare…”.

“Il prof D’Onofrio in diretta: la Juve chiederà il 3-0 a tavolino e ne avrebbe diritto. Il Napoli però nel caso farà ricorso al TAR, che riconoscerà la prevalenza dell’Asl come da regolamento Federcalcio (salvo provvedimenti autorità territoriali). Quindi molto improbabile il 3-0″.

“Se la Juve non vincerà questa battaglia (che peraltro non è sua, ma dovrebbe essere di tutti i club) il campionato è potenzialmente finito a ottobre“.

“Alla luce di questo mi pare eccessivo lo scrupolo di non partite neppure dopo 8 giorni con 2 soli asintomatici e 2 tamponi negativi. Nessuno può dirci se sia giusto o meno, ma con questo principio chiudiamo il campionato e quasi tutti i luoghi di lavoro”.

“La portavoce Asl Napoli1 dice che tutti i cittadini sono uguali e la tutela della loro salute è una priorità. Dimentica che la squadra è stata sottoposta a 3 tamponi in 5 giorni, tutti negativi tranne 2 componenti. Certamente ogni napoletano a rischio ha avuto stesso trattamento”.

“Da questo momento nessun napoletano entrato in contatto pur brevemente con un positivo potrà lasciare casa anche in assenza di sintomi e con 2 tamponi negativi in 7 giorni. Auguri e solidarietà a tutti i partenopei”.

“Va anche detto che De Laurentiis ha sempre dimostrato un’attenzione altissima ai rischi di contagio per Coronavirus, come ha dimostrato anche nella recente riunione in Lega Calcio a Milano”.

Condividi

Leggi anche

Ultime notizie