Conferenza stampa McKennie: “Giocare in un club con una grandissima storia è un sogno che diventa realtà”

49

La Juventus ha rinforzato il suo centrocampo con l’acquisto del 22enne statunitense Weston McKennie, arrivato in prestito dallo Schalke 04 con diritto di riscatto, con un’operazione da 21 milioni (3 per il prestito e 18 per l’eventuale riscatto).

La Vecchia Signora si è assicurata così, almeno per un anno, uno dei giovani più promettenti del panorama calcistico.

In occasione della conferenza stampa di presentazione all’Allianz Stadium, il giovane McKennie, ha espresso la sua gioia per essere approdato a Torino:

“Quando ho scoperto l’interesse della Juventus ne sono stato subito entusiasta. L’opportunità di giocare alla Juve, in un club di grande storia, speravo che accadesse.

Non hanno dovuto convincermi, è un sogno che diventa realtà. Ho l’opportunità di giocare qui ed è meraviglioso. Non è facile avere un allenatore come Pirlo che è stato un campione, non accade tutti i giorni.

È un grande onore giocare per questo club ed essere il primo americano a raggiungere questo obiettivo – ha continuato il giovane centrocampista -. Mi rende orgoglioso questo. Sento di avere una grande opportunità qui, indossare questa maglia e rappresentare il mio Paese.

La Juventus è un club internazionale famoso nel mondo. Negli Stati Uniti i negozi vendono le magliette bianconere. Se potrò contribuire a far crescere ancora il brand, ne sarò felicissimo.

La posizione in cui mi sento a mio agio è da area ad area. Girarmi, guidare la palla, portarla in difesa. È il mio punto di forza, insieme ai compagni. Ho già parlato con Pirlo, gli piace il modo in cui gioco e anche la mia abilità nel recuperare il possesso palla. Ci siamo trovati sulla stessa lunghezza d’onda su come impegnarmi in campo”.

McKennie ha poi aggiunto:

“Prima questi giocatori li vedevo nei videogiochi, ora sono in carne ed ossa. Vorrei fermarmi a fare foto ma non voglio sembrare un fan

Ronaldo l’ho usato molto nei videogiochiMi aspetto di imparare moltissimo, non solo da lui ma da tutti i giocatori della squadra. Ho potuto vedere la grande professionalità di questi campioni. Cristiano ha giocato a livelli top per tanti anni. Avere l’opportunità di giocare con lui mi porterà grandi vantaggi”.