Moggi zittisce tutti: “Si è passati dalle teorie di chi, non avendo mai giocato (Sarri), aveva poco ascendente sui giocatori, alla pratica di chi può dire a chiunque il suo parere (Pirlo) essendo stato un campione conclamato”

509

L’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi, attraverso le colone del quotidiano Libero, prova a spiegare dall’alto della sua esperienza, le motivazioni che hanno indotto il presidente Andrea Agnelli, a puntare su Pirlo quale allenatore della Juventus.

Adesso i tifosi si domandano il perché sia stato scelto Pirlo che non ha mai allenato, preso per la Juve U23 e traslocato direttamente alla prima squadra”, esordisce Moggi.

Semplice! Secondo l’ex manager bianconero, “si è trattata di una scelta per passare dalle teorie di uno che, non avendo mai giocato (Sarri), aveva poco ascendente sui giocatori, alla pratica di chi può dire a chiunque il suo parere (Pirlo) essendo stato un campione conclamato”, ha sentenziato Moggi.

Sarà compito della società supportarlo, almeno nei primi tempi. E certamente una scommessa coraggiosa che merita rispetto”, ha scritto ancora Moggi su Libero.