Andrea Agnelli: “Anno durissimo e difficilissimo, ma nell’albo d’oro c’è scritto ancora Juve”

52

Andrea Agnelli ha presenziato la conferenza stampa di presentazione di Pirlo come nuovo allenatore dell’Under 23.

Nel corso della conferenza stampa Agnelli ha avuto modo di commentare il campionato che ha visto ancora una volta protagonista la squadra bianconera, capace di conquistare il nono titolo consecutivo:

“E’ stato un anno che, per chi lo ha visto da fuori, non è stato capito fino in fondo, perché è stato durissimo e difficilissimo”, ha detto il presidente.

“Alla fine dell’anno sull’albo d’oro c’è il nome del vincitore, non c’è scritto che è stato un anno durissimo. Abbiamo gestito un periodo senza giocare, ma partendo dall’inizio una squadra è fatta di dinamiche interpersonali, di sguardi, cenni reciproci”.

Noi abbiamo cambiato 13 persone nello staff tecnico, come il nutrizionista, i dottori, il preparatore atletico, l’allenatore, vuol dire cambiare tutto il gruppo che gestisce la squadra”, puntualizza Andrea Agnelli.

Le dinamiche vanno resettate e ci vuole tempo, non posso che fare i complimenti a Nedved, Paratici e Cherubini, che hanno ricalibrato la macchina. Ora abbiamo la Champions League, siamo tutti focalizzati su quell’obiettivo, a partire dalla partita di Lione che sarà difficilissima”.